11138518_10153189469077445_3620526162278749878_n

Recensione Mardi Gras – Playground

Mardi Gras. Martedì Grasso. Un nome che richiama una vastità di immagini, un carnevale di musica, dove c’è posto per tutto e tutto trova posto… riflessione, piacere e, ovvio, puro divertimento.

La voce di Claudia Loddo ci accoglie con una delicata ballad per darci il benvenuto  nel mondo musicale dei Mardi Gras.

Un mondo che cambia forma  continuamente. Non si ha il tempo neanche di provare a incasellare un brano in questo o quello stile, che subito il brano successivo si presenta in una veste completamente nuova. Varietà, stile, passione. Il sogno di ogni ascoltatore.

I Mardi Gras sono romani, ma nel loro lavoro non si sente nulla di “italiano”. Le tracce richiamano i grandi spazi d’America, l’America del blues e del rock, l’Inghilterra beatlesiana e la verde Irlanda del folk.  Un respiro internazionale senza nessuna deriva esterofila. La musica, come dice il titolo, è il loro campo da gioco, e i Mardi Gras non solo sanno giocare maledettamente bene, ma fissano nuove regole che saranno difficili da seguire per qualunque altro musicista.

I Mardi Gras sono una realtà solida, granitica addirittura, e non è necessario leggere il loro ricco curriculum per capirlo.

Basta ascoltare la loro ottima musica

Alessandro Vannozzi

http://www.mardigrasmusic.it
https://www.facebook.com/mardigrasband

https://play.spotify.com/album/2ZYtY0XikLaOvu2EQzP5yx