Articoli

Addlive alla Festa della Musica di Lanuvio

Addlive sarà presente alla Festa della Musica di Lanuvio 2016, una grande tre-giorni di musica nel centro storico di Lanuvio.
Sabato 25 giugno, dalle ore 21, sul palco in via Centuripe Ponticelli si alterneranno Alma Irata, Euno, Julien e Super Dog Party, per una serata di rock, distorsioni massicce, ritmi diabolici e dove poter pogare e far tremare tutta Lanuvio!

Per rimanere aggiornati sugli orari di esibizione, vi invitiamo a scaricare Chatfly, app sponsor della Festa della Musica, al seguente link: https://www.chatflyapp.com/install.php?code=JH7E
Una volta installata, potrete cercare le nostre band, che vi invitiamo inoltre a votare dal 22 al 28 giugno!

giovinazzo rock festival 2016 addlive

Giovinazzo Rock Festival 2016. Al via il contest per band emergenti!

Al via il contest per band emergenti per il Giovinazzo Rock Festival

L’Associazione Tressett e Giovinazzo Rock Festival, in collaborazione con AddLiveindicono un concorso per artisti e band musicali denominato “GRF 2016 Contest”. Il contest è aperto ad artisti o gruppi che non abbiano ancora pubblicato dischi o che abbiano pubblicato al massimo un album con un’etichetta indipendente.

 

La manifestazione è aperta ad ogni genere musicale e non sono previste limitazioni per quanto riguarda la lingua usata nel cantato. Non sono ammesse cover e tribute band. La partecipazione al concorso è gratuita. È invece previsto un rimborso spese forfettario per le band vincitrici del contest per la loro partecipazione al Giovinazzo Rock Festival 2016.

Per partecipare alla selezione occorre inviare una e-mail all’indirizzo grf2016contest@gmail.com

Nella e-mail devono essere contenuti i seguenti dati e/o materiali:

• Link al proprio account myspace / soundcloud / bandcamp o simili dove poter ascoltare almeno nr. 3 brani originali della band / artista partecipante.;
• Nome band / artista, città di provenienza, genere, nome e recapito telefonico di almeno un referente;
• Formazione; Scheda tecnica; Curriculum breve;
• Link a un indirizzo su cui sia possibile visualizzare una perfomance live della band/artista;
• Almeno n. 1 foto della band nella formazione attuale da utilizzare per scopi promozionali del contest;
• Consenso al trattamento dei propri dati e all’utilizzo del materiale audio e video ivi fornito, esclusivamente ai fini del concorso e secondo le norme vigenti.

Saranno accettate le iscrizioni effettuate entro e non oltre il 29/02/2016.

Una giuria di selezione, nominata dall’Associazione Tressett e da AddLive, sceglierà insindacabilmente fra tutti i concorrenti i 12 finalisti del contest che si esibiranno dal vivo nelle tre serate di finale.
Le tre serate saranno così divise: la prima si svolgerà il 16 aprile a ROMA,  la seconda il 23 aprile a BISCEGLIE (BAT), la terza il 7 maggio a TERLIZZI (BA).

Al termine della terza serata saranno resi noti i nomi dei 3 selezionati, che avranno diritto ad esibirsi durante il Giovinazzo Rock Festival 2016, che si terrà a Giovinazzo (BA) nei giorni 28, 30 e 31 luglio 2016.

Le altre 9 band finaliste rimaste parteciperanno inoltre ad una votazione via Facebook: parte del materiale inviato per il contest verrà caricato sulla pagina Facebook ufficiale del Giovinazzo Rock Festival e lì sarà votato dal pubblico: la band più votata sarà la quarta ad aver diritto ad esibirsi durante il Giovinazzo Rock Festival 2016.
Il materiale delle 9 band finaliste sarà disponibile sulla pagina Facebook del Giovinazzo Rock Festival dal giorno 14.05.2016 e sarà possibile votare sino al 31.05.2016.

Per contatti e info: giovinazzorockfestival@gmail.comgrf2016contest@gmail.com

Alma Irata – Julien – Metropolitan Ratto Sweet @ Festa della Musica di Lanuvio (Roma)

11402631_409435205931886_6855312967860373684_o

 

Alma Irata, Julien e Metropolitan Ratto Sweet parteciperanno alla XXI edizione della Festa della Musica di Lanuvio, insieme a decine di altre band di Roma e provincia, che riempiranno di musica le strade e le piazze della cittadina castellana.

Gli Alma Irata si esibiranno in via Sulpicio Quirino, mentre Metropolitan Ratto Sweet e Julien in piazza Mazzini.

Tutti i concerti inizieranno alle 20 e finiranno alle 2.

L’evento è organizzato e promosso dall’associazione culturale locale Carpe Diem.

Per maggiori informazioni, visitate il sito ufficiale della Festa della Musica di Lanuvio

 

 

Live Report – Warning Night @ Defrag

Sabato scorso, 2 maggio, al Defrag di Roma si è svolta la serata di chiusura di stagione per Warning Records, in cui ben cinque band si sono alternate sul palco.

Il primo a salire sul palco è FAB, all’anagrafe Fabrizio Squillace, e la sua band, che con un sound pop rock introspettivo di matrice britannica, scalda l’atmosfera del locale. Ottimi suoni, melodie azzeccate e un buon impatto iniziale, purtroppo dopo pochi brani interrotto da problemi alla pedaliera del chitarrista solista. Inconvenienti che capitano e che comunque non inficiano sulla buona impressione che fa la band sul palco.

Dunque è il turno dei Mia Wallace a continuare la serata: le distorsioni e i ritmi aumentano e le teste cominciano a muoversi, grazie a questa band quasi interamente al femminile. Il loro sound è potente e melodico allo stesso tempo, la batteria di Pasquale mena come un treno con il supporto dell’impetuoso basso di Micol, mentre la chitarra solista di Valentina riempie sapientemente i suoni e la voce cristallina di Alessandra completa il tutto.

Ad accelerare ancor di più i ritmi ci pensano i Super Dog Party, power trio che porta sul palco furore, sudore e un rock n’ roll con attitudine punk che non può non coinvolgere chiunque li ascolti. Massimiliano si diverte dietro le pelli, mentre Valerio sostiene le ritmiche al quattro corde e Alessandro si scatena sul palco e tra il pubblico con la sua chitarra e la sua voce.

La serata continua con i Granada Circus, quartetto indie alternative rock, e i loro riff e ritmi ballabili. Il sound di Alessandro, Milo, Federico e Stefano è un incrocio tra funk, punk e post rock e per certi versi potrebbe ricordare i Motel Connection, ma con una propria identità definita, figlia anche del loro ultimo lavoro discografico, “Vertebra”, uscito proprio il mese scorso.

A chiudere la serata il duo elettronico sperimentale WHAO e il dj set elettro-dance e nu-disco di Acrix, che continuano a far ballare il pubblico.

Una setlist ben organizzata, in crescendo, che rende la serata piacevole, divertente e coinvolgente.

Massimiliano Franchi

Live Report – Wait hell in pain, Fuori linea, e Edenice @ Defrag

I gruppi alternative metal con voce femminile sono come i funghi: se guardi bene nel sottobosco ne trovi sempre qualcuno. In questo paragone il sottobosco sarebbe l’underground romano e andando più nello specifico il Defrag. Nello storico locale del Tufello, ieri sera, venerdì 13 marzo, si sono alternati sul palco 3 gruppi : Wait hell in pain, Fuori linea, e Edenice. L’evento è organizzato da Addlive. Tra i partner si leggono Rock by Wild, Tempi dispari, Radio Kaos Italy, Artistdata e naturalmente il Defrag.
Si comincia verso le 23, quando il locale è ben popolato. I primi a salire sul palco sono i Wait hell in pain.
Il gruppo si presenta ben vestito per l’occazione: la cantante sfoggia un look tipico del genere, molto scuro, con pantaloni strappati, capello fucsia che fa male alla retina e corpetto rigorosamente nero come la pece. Che dire, non ci sono più i vecchi metallari di un tempo per i quali il massimo dell’eleganza è il classico gilet jeans con le toppe dei gruppi. Non ce stanno più i ghepardi di una volta!! Come è solito dire er Piotta.
I giovini sono in 5, formazione tipica, 2 chitarre, basso, batteria e voce.
Il loro genere è un metal abbastanza morbido e delicato, le loro chitarre sono semplici e d’impatto, la voce è pulita e alta e molto di rado si permette qualche growl.
Sporadicamente, durante il concerto, abbandonano le loro sonorità pulite e serene per lasciare spazio a spunti strumentali molto dinamici e molto interessanti, di matrice più progressive.
Ecco un paio di link che vi aiuteranno a capire di che musica si parla:


https://www.youtube.com/watch?v=18o1f6XTDvc

Questi ragazzi hanno scelto un nome che farebbe paura anche ai Marduk e farebbe sentire i Behemoth cantautori pop che fanno sigle di cartoni animati, lasciando immaginare che i loro testi siano satanici e sofferenti, le voci purulente e le batterie frenetiche. Wait hell in pain significa letteralmente “aspetta l’inferno nel dolore”…una prospettiva allegra e ottimistica la loro, fiduciosa nell’aldilà! che solarità! che voglia di vivere! un’ immagine colorita!! Oserei dire primaverili questi giovanotti! In realtà è tutta scena, sono un gruppo molto piacevole all’ascolto, melodici e armoniosi, non parlano di pestilenza e putrefazione ne tantomeno inneggiano alla violenza. Non l’avreste mai detto eh? eheh manco io.
Preparano bene il terreno ai Fuori linea, che dopo una piccola pausa e qualche canzone messa su da Alex, gestore del locale nonchè fonico e dj, attaccano con il loro suond compatto e massiccio con dei bei chitarroni forti e chiari, distorti e rumorosi. Il pubblico si scalda e si posiziona sotto il palco, cantando i ritornelli e “scapocciando” a più non posso.
Il loro post-grunge con influenze nu metal è molto ben arrangiato e preciso, suonano benissimo. Lasciano terreno a strofe rilassate e sognanti su cui la cantante si apre con melodie semplici e orecchiabili e le chitarre accompagnano con arpeggi minimali. Qui il batterista fa il suo lavoro come raramente ho visto fare: soprattutto in queste parti più calme, fornisce una colonna stabile, sicura e portante su cui il basso si appoggia saldamente e, in sincronia con la cassa, sviluppa colpi precisi e ben assestati, ragazzi, lavatrici dietro la nuca, neanche fosse Mike Tyson
La voce anche qui è squillante e pulita, senza alcuna parte strillata. Per rendere il tutto ancora più bello di com’era sarebbe bastato un pizzico in più di pepe, luminosità e tecnicismo (soprattutto da parte delle chitarre), che avrebbe contribuito a spaziare un po’ e creare atmosfere un po più varie.
Metto qualche link dei loro pezzi:


https://www.youtube.com/watch?v=3uLMOnZ6lDI

Il terzo gruppo sono gli Edenice che Gianmarco Bellumori della Agoge records, presente in sala, ha preso sotto la sua ala protettrice e produttrice.
Gli Edenice, a differenza degli altri fanno metal puro e semplice, non danno spazio né al grunge ne al new metal.
Presentano delle melodie di stampo medievale, un po’ da menestrello di corte, come ricorda un loro pezzo: “Medieval Sin”.
Il tastierista suona intelligentemente con il supporto degli archi e dei violini e gli effetti in stile claricembalo rendono il tutto un po’ “campanelloso” e antico. Il loro è un metal molto classico e lento, ricordano spesso gli Evanescence e i Nightwish, ma hanno un tocco Folk che mette il sorriso e fa pensare a cavalli e calessi, dame e cavalieri, e fa venir voglia di sedersi a un tavolino del locale, tirar fuori qualche dado e partire alla ricerca di un tesoro insieme al dungeon master.
Qui trovate qualche loro pezzo live:

Serata molto poco maschia rispetto a quello che si trova di solito in giro nei locali rock/metal della capitale, in cui sventolano chilometri di barbe e capelli e in cui il tipico esemplare di maschio metal è onnipresente e onnibevente; si notano infatti le forme abbondanti delle cantanti e i loro vestiti curati, soprattutto il corpetto nero con decorazioni floreali rosse e la gonna a velo nera della cantante degli Edenice che suscita l’interesse dei presenti uomini sotto il palco, tra cui il sottoscritto. Mi sembra adesso il caso di raccontare quest’episodio: A causa di un problema tecnico alla spia, il concerto si ferma per un attimo e la bellissima cantante degli Edenice, sentendosi come in colpa per quanto accaduto, dice: “scusate, siamo donne… ma oltre alle gambe c’è di più”. Beh, ragazzi aveva ragione, c’era un’abbondanza incredibile, davanti, sopra, sotto, di fianco, dietro, ovunque la guardavi c’era sostanza…. è verooo!!!! c’era moooolto di più della gambe!!! doooonneee dooonneeee oltre alla gambe c’è di piuuuu.

 

Alessandro Cavalli

Eventi

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri